CLICCAMUSEO

The Bilingual WebZine of ART and CULTURE – Il Webzine dell'ARTE e della CULTURA

Posted by angela On February - 14 - 2012 1 Comment

 

Leporello con iPad

Il Don Giovanni di Mozart all’Olimpico mi e’ piaciuto. Non credevo. All’inizio, l’idea di un cast con abiti da guappi sudamericani (più che italiani), l’assenza di scene e quel caldo insopportabile nel teatro mi avevano irritata ma poi, ipnotizzata dalla musica, non ho piu’ sentito il discomfort. Anzi, proprio per la semplicità della rappresentazione, ho un ricordo perfetto sia delle voci sia della mimica degli interpreti.

In passato avevo visto almeno altre tre rappresentazioni di quest’opera meravigliosa e difficile, ma di tutte ho un ricordo vivido solo delle scene, dei costumi o delle stranezze della regia. Non dimenticherò mai la bara col corpo del commendatore che veniva trasportata tra il pubblico, nella versione di Mario Martone al San Carlo di Napoli, ma non ho quasi memoria delle voci, della musica o delle fattezze degli interpreti.

Della versione dell’Olimpico, invece ricorderò il Leporello grassoccio e simpatico che usa un Ipad per fare la lista delle conquiste di Don Giovanni; la pancia rotonda e in sovrappeso messa in mostra nello scambio degli abiti con il suo padrone seduttore e le espressioni di complicità e compiacimento mentre canta: “ma in Ispagna son già 1003!” Un vero attore/cantante da commedia dell’arte.

Di Don Giovanni ricorderò i gesti presi a prestito dai Padrini di Coppola e il fatto che, dopo essere stato colpito a morte, invece di rimanere sdraiato a terra fino a quando cala il sipario, si alza, si riveste e se ne va’. Una scelta dovuta alla mancanza di sipario all’Olimpico o per ridordarci che la seduzione, la furberia o la spavalderia non se ne andranno mai da questo mondo?

Zerlina e Masetto

Sarà anche impossibile non ricordare a lungo la sensualità sfacciata di Zerlina, quando intona Vedrai Carino o Ie sue movenze da gatta in calore mentre canta Batti batti a Masetto, inebetito da tanta libidine. E la faccia di Elvira che si contorce per Mi tradì quell’alma ingrata me la dimenticherò presto? Forse, ma ricorderò bene la sua bella voce e le sue dirompenti entrate in scena con quella spallina cadente presagio di un “incidente” alla Janet Jackson allo Yenkey stadio. Ma chi le ha consigliato quell’abbigliamento?

Di Donna Anna e Don Ottavio ho impresse solo le voci. I protagonisti erano giovani, magri e attraenti, ma non ricordo la loro espressività. Forse non mi ha colpita o forse, come sempre accade per chi è attraente, ci si sofferma più sulle fattezze che sui meriti professionali. Questo non ha impedito a 3 ragazzine nella prima fila di alzarsi proprio durante “ il mio tesoro” unica e vera aria del giovane ed affascinante tenore, nella versione di Praga. Chissà se sarebbero uscite anche nella scena finale di Jonny Depp, in quel vacuo film girato a Venezia l’anno scorso?

Certo un’edizione semiscenica di un’opera non ha lo stesso effetto sul pubblico delle produzioni grandiose e scenograficche dei grandi teatri o anfiteatri, ma piace a chi, nella musica, cerca l’universalità dei messaggi e un rifugio per anima.

 

written  by Angela Migliorati Novek ©2011- all rights reserved

Categories: Opera in Italiano

One Response

  1. […] read this post in italian/leggi quest’articolo in Italiano Categories: BLOGS: Italy and Italians, Celebrities, Feature posts, slider posts […]

Leave a Reply

You can add images to your comment by clicking here.

Foto del giorno

Featured Posts

Why do Italians give the Mimos

  International Women's Day is on the 8th of March and it celebrates the commemoration of ...

Il Mio Diario CINESE: NUOVO PO

  In this post, please pay attention to adjectvives because as u know, in Italian ...

Una Vita in VACANZA

This content is password protected. To view it please enter your password below: Password:

Nuovo Post del mio Diario Ital

Buon giorno! Tutto bene in Italia? Mi dite cosa è successo in questi giorni? Vorrei ...

Post 26 Gennaio 2018 (Tiramis

Per favore Rispondete a Sara. Here is Sara's question (+ her possible answer): Abito negli USA da ...