CLICCAMUSEO

The Bilingual WebZine of ART and CULTURE – Il Webzine dell'ARTE e della CULTURA

Posted by angela On February - 9 - 2012 0 Comment

Storia di Lucia

Rielaborata dalla storia di
Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizzetti
Libretto di Salvatore Cammarano ATTO I-Parte Prima        SCOZIA  1680

La famiglia nobile dei Ravenswood ha perso le proprie terre a causa dell’ambizioso Enrico di Ashton. La sorella di Enrico, Lucia, è  innamorata del rampollo di casa Ravenswood, Edgardo.

L’opera comincia con Normanno, consigliere di Enrico Ashton, che va in cerca di Edgardo per eliminarlo poichè Enrico lo vede come un pericolo alla nuova fortuna acquisita.
Raimondo, tutore di Lucia, cerca di dissuadere Enrico dal combinare un matrimonio di convenienza per la giovane sorella, che secondo lui ancora è sofferente per la morte della madre. Normanno contraddice il vecchio tutore e afferma che la ragazza non soffre per la scomparsa della madre, ma rifiuta di sposare l’uomo per lei prescelto perchè ha un’amante che incontra nel parco (Cruda funesta smania).  Quando aggiunge che l’amante è Edgardo di Ravenswood, Enrico accecato dall’ira giura che non tollererà più questo torto alla sua famiglia. (La pietade in suo favore).

Scena II

All’entrata del parco, davanti alla fontana, Lucia, in compagnia della sua dama e confidente Alisa, attende con ansia Edgardo.  Mentre aspetta racconta la macabra leggenda della fontana: una volta, un Ravenswood, accecato dalla gelosia, pugnalò la sua amata e da allora il fantasma della giovane abita in quel posto.  Un giorno, il fantasma apparve in sogno a Lucia. (Regnava nel silenzio).

Quando Alisa spaventata dice a Lucia che ha un brutto presentimento e le consiglia di lasciar perdere questo tremendo amore, la ragazza le risponde che non ha mai conosciuto così tanta felicità quanto quella che il giovane Ravenswood le ha dato. (Quando rapita in estasi)

Arriva Edgardo ed Alisa si allontana per lasciare i due ragazzi soli a dichiararsi  il loro amore.  Edgardo confessa a Lucia che sta per imbarcarsi per la Francia, per motivi di stato, ma prima di partire vorrebbe chiedere ad Enrico, fratello maggiore di Lucia e assassino di suo padre, il permesso di sposare la sua amata.  Spaventata, Lucia gli risponde che il loro amore deve rimanere segreto, però potrebbero professarsi un voto di fedeltà scambiandosi  gli anelli di famiglia.

A questa proposta, i due giovani dimenticano per un momento l’ansia della loro vicenda  immaginando che questo loro profondo amore trapasserà la distanza che li separa. (Verranno a te sull’aure).

ATTO I—Parte Seconda

Un po’ di tempo dopo, in una camera del castello, Enrico aspetta la sorella per annunciarle che il matrimonio con Arturo, Lord di Bucklaw, è stato program-mato per quel giorno stesso.  Normanno, il perfido consigliere, ha assicurato ad Enrico che Lucia accetterà la proposta perchè Edgardo è partito per la Francia e tutte le lettere inviate alla ragazza sono state confiscate e distrutte. Per completare il misfatto, i due decidono di forgiare una delle lettere di Edgardo e di consegnarla a Lucia in modo che lei creda che il suo amato abbia  rinunciato al voto di fedeltà fattole.

Quando la giovane appare, pallida in volto, Enrico cerca di persuaderla a sposare Arturo per il bene della famiglia, ma Lucia gli confessa che si è gia promessa ad un’altro.(Il pallor funesto). Irato, Enrico mostra la lettera fasulla alla sorella e con minacce la forza ad accettare la proposta di matrimonio. (Se tradirmi)

Dopo, Raimondo parla con Lucia, e la convince di rassegnarsi al destino, e di sposarsi con Arturo per il bene del casato Ashton.  (Ah cedi, cedi, o più sciagure)

Scena II

Nel salone delle feste, tutti gli ospiti sono pronti per le nozze tra Lucia ed Arturo.   Giunge lo sposo con il suo seguito (Per te d’immenso giubilo) ed offre ad Enrico la sua mano in segno di amicizia e di protezione, poi chiede di Lucia. Enrico gli risponde che la ragazza tarda perché è ancora molto dispiaciuta della scomparsa della madre a cui era molto legata. Finalmente appare Lucia, che si ritrae scontrosa dal suo predestinato marito, ma il fratello la forza a firmare il contratto nuziale.

Edgardo, improvvisamente rientrato dalla Francia, si precipita al castello per dichiarare il suo amore per Lucia benchè lei lo abbia tradito. (Chi mi frena).  Minacciato dal fratello e dal novello sposo della sua amata egli dice che non si arrenderà senza combattere, ma il fido Raimondo interviene e chiede ai rivali, in nome di Dio, di non spargere sangue. Edgardo dice che Lucia l’ha tradito, ma il vecchio tutore gli mostra il contratto di matrimonio che la ragazza ha firmato. Deluso e pieno di  rabbia, Edgardo restituisce l’anello a Lucia e nel chiedere il suo maledice l’amata. Sconsolato, chiede ai suoi due rivali di ucciderlo, adesso che ha perso l’amore di Lucia, non vale più la pena di vivere, ma Enrico gli risponde che i conti verranno fatti dopo.

ATTO II
Scena Prima
Edgardo siede sconfortato e pensieroso ai piedi della torre di Wolf Crag quando riceve la visita del suo rivale Enrico che vuole saldare i conti.  Man mano che i due rivali si confrontano, la fiamma della gelosia pervade Edgardo, che non riesce ad immaginare la sua Lucia accanto ad un altro. Avendo entrambi giurato vendetta, i due si accordano per sfidarsi a duello all’alba. L’appuntamento è vicino alla tomba dei Ravenswood. Nel castello di Ashton continuano i festeggiamenti per le nozze di Lucia con Arturo, quando Raimondo appare nel salone con la terribile notizia che Lucia ha pugnalato il suo novello sposo Arturo, nella camera nuziale.  Dopo poco appare la ragazza, sconvolta e come in preda ad allucinazioni, parla del suo imminente matrimonio con Edgardo.  Il fratello si precipita per fermarla, ma si rende conto che Lucia è impazzita e che lui ne è stato la causa.

Ormai fuori di senno completamente,  Lucia chiede perdono del tradimento ad un immaginario Edgardo mentre si vede in cielo a pregare per lui (Spargi d’amaro pianto).  La fida Alisa, a questo punto,  la conduce via mentre Raimondo addolorato, accusa  Normanno di essere stato la causa di tutto. Scena SecondaAll’alba tra le tombe dei Ravenswood, Edgardo aspetta Enrico per sfidarlo a duello. Per lui è ormai impossibile immaginare la vita senza Lucia e pertanto si prepara a morire (Fra poco a me ricovero).  Mentre medita, si accorge che dal castello di Ashton non giungono più i festosi canti nuziali, ma invece  si avvicina una processione di lutto. Viene a sapere che Lucia è morta e che prima di spirare ha evocato il suo nome.  Sconvolto, Edgardo ora immagina la sua amata come un angelo in cielo (Tu che a Dio) e spera di riunirsi a lei presto: per affrettare il ricongiungimento egli tira fuori un pugnale e si uccide, mentre Raimondo, accorso a soccorrerlo,  prega per il suo perdono.

Alcune famose interpreti di Lucia:  Maria Callas           e          Joan Sutherland

Categories: Opera in Italiano

Leave a Reply

You can add images to your comment by clicking here.

Foto del giorno

Featured Posts

Why do Italians give the Mimos

  International Women's Day is on the 8th of March and it celebrates the commemoration of ...

Il Mio Diario CINESE: NUOVO PO

  In this post, please pay attention to adjectvives because as u know, in Italian ...

Una Vita in VACANZA

This content is password protected. To view it please enter your password below: Password:

Nuovo Post del mio Diario Ital

Buon giorno! Tutto bene in Italia? Mi dite cosa è successo in questi giorni? Vorrei ...

Post 26 Gennaio 2018 (Tiramis

Per favore Rispondete a Sara. Here is Sara's question (+ her possible answer): Abito negli USA da ...