CLICCAMUSEO

The Bilingual WebZine of ART and CULTURE – Il Webzine dell'ARTE e della CULTURA

Posted by angela On November - 5 - 2012 0 Comment

Da mesi, la nostra mail personale è invasa da richieste di contributi per la campagna elettorale del Presidente Obama.  Riceviamo email dal Presidente, dalla moglie Michelle, da Beyonce, da Maya Angelou da Sara Benzing, da… da… e da tanti altri. Ogni giorno, queste persone ci lisciano con parole adulatorie per convincerci a votare per i democratici e, alla fine ci chiedono un contributo di 68 dollari per la campagna elettorale. Perchè 68 dollari? Perchè tutti ne chiedono 68 e non 70 o 60? Che cosa nasconde questo magico numero? Fino ad oggi non l’ho capito, ma ora che mi sono messa d’impegno per scoprirlo, non lascerò la mia curiosità insoddisfatta.

La Prima Mail

All’inizio di settembre, in una mattina di sole, trovai nella mail un messaggio indirizzato a mio marito: You are amazing!

Il cuore mi saltò in gola: “mio marito ha una relazione’ pensai” e lei lo chiama amazing!” Accaldata cliccai sulla lettera. Alle prime parole: S….. thank you for an amazing week. Barack and I felt your energy up there, quasi svenivo. Uno strano dubbio mi aveva paralizzata: e se il mio amato consorte avesse avuto un’avventura strana mentre io stavo a Lucca ad insegnare? Passato il primo momento di panico continuai la lettura della mail e capii che non si trattava di un menage a trois in qualche paese del nord Africa, ma di una lettera dalla squadra elettorale democratica americana. Michelle, che chiamava mio marito fantastico, e che lo ringraziava per una settimana stupenda, era Michelle Obama e il Barack che aveva sentito l’energia fino lì, era niente meno che Il Presidente degli Stati Uniti.

Da quel momento, Michelle e Barack ci hanno scritto ogni giorno per chiederci ogni sorta di partecipazione, ma tutte le mail finivano sempre con: make a donation of 68 dollars or more.

 

La mail più bella

Tra le lettere ricevute, la più bella è sicuramente quella di Maia Angelou, che noi conoscemmo molti, molti anni fa a casa della nostra amica Mira in North Carolina.

A differenza delle mail della coppia presidenziale, preparate e confezionate dalla squadra elettorale, anche se firmate Barack e Michelle, quella di Maia Angelou vale proprio la pena di leggerla e non solo perchè non ti chiede i 68 dollari.  Quando scrive: It is your job to vote. It is your responsibility, your right, and your privilege. You may be pretty or plain, heavy or thin, gay or straight, poor or rich.But remember this: In an election, every voice is equally powerful — don’t underestimate your vote. Voting is the great equalizer.
[…] My grandmother and my uncle experienced circumstances that would break your heart. When they went to vote, they were asked impossible questions like, “How many angels can dance on the head of a pin?” When they couldn’t answer, they couldn’t vote, ci fa capire come sono cambiati i tempi. Anche per le campagne elettorali.

 

Secondo voi perchè chiedono 68 dollari e non 70 o 60? che cosa nasconde questo magico numero?

 

 

 

 

 

 

 

 

Categories: Culture of USA

Leave a Reply

You can add images to your comment by clicking here.